Per una cittadinanza ecologica

“PER UNA CITTADINANZA ECOLOGICA. Si può aver bisogno di poco e vivere molto” è il nuovo evento promosso dall’Associazione Aquilia, con l’obiettivo di sviluppare percorsi  di responsabilità per il bene comune.
Si svolgerà nell’arco di 4 incontri che si terranno nella sede di via Pisano a partire da sabato 21 gennaio e che spazieranno dai temi riguardanti risorse  e sprechi sulle nostre tavole a quelli sulla gestione consapevole dei rifiuti (vedi programma allegato).

img per una cittadinanza ecologica

Questo sarà il primo incontro:
primo incontro aquilia
L’evento è stato presentato sabato 14 gennaio presso l’aula magna dell’Associazione dalla presidente di Aquilia, Marisa Levi, che ha sottolineato come lo spunto per il progetto sia nato da questo  passaggio della Laudato si’ di Papa Francesco: “Si può aver bisogno di poco e vivere molto, soprattutto quando si è capaci di dare spazio ad altri piaceri e si trova soddisfazione negli incontri fraterni, nel servizio, nel mettere a frutto i propri carismi, nella musica e nell’arte, nel contatto con la natura, nella preghiera. La felicità richiede di saper limitare alcune necessità che ci stordiscono, restando così disponibili per le molteplici possibilità che offre la vita. (Laudato si’ 223)

All’incontro di presentazione del progetto Aquilia era presente anche Carlo Croce, vicedirettore della Caritas Diocesana, impegnato nel promuovere l’Emporio della Solidarietà che aiuta famiglie bisognose (selezionate attraverso appositi criteri di accesso) a  reperire gratuitamente generi di prima necessità. L’esperienza è  nata in seno a Rete Talenti, un gruppo di enti e  associazioni operanti nel territorio veronese, grazie al prezioso supporto di migliaia di volontari. E “fare rete” con altre realtà associative e di volontariato è anche l’obiettivo del nuovo progetto Aquilia  “PER UNA CITTADINANZA ECOLOGICA. Si può aver bisogno di poco e vivere molto”.